GENINI IMPIANTI supporta sia le Amministrazioni pubbliche che i soggetti privati nell’accesso al Conto Termico, nella realizzazione delle diagnosi energetiche e nella progettazione e realizzazione degli interventi.

Con il nuovo Conto Termico 2.0, si incentivano gli interventi di piccole dimensioni in funzione della tipologia. Sulla base del rispetto dei requisiti normativi il Decreto considera ammissibili le opere che riguardano l’incremento dei livelli di efficienza energetica degli edifici esistenti climatizzati, e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

Offre la possibilità di ricevere incentivi a fondo perduto, sino al 65% delle spese sostenute, oltre a garantire un risparmio sia economico che energetico nel tempo, grazie all’installazione di tecnologie ad alta efficienza, che concretizzano elevati livelli di confort, sicurezza, efficienza e salubrità.

Soggetti beneficiari:

  • Soggetti privati, intesi come persone fisiche, condomini e soggetti titolari di reddito di impresa o di reddito agrario.
  • Tutte le Amministrazioni Statali;
  • Gli ex Istituti Autonomi Case Popolari;
  • Le società a patrimonio interamente pubblico;
  • Le società Cooperative sociali e iscritte nei rispettivi albi regionali;
  • Le Cooperative di abitanti iscritte all’Albo nazionale delle società Cooperative edilizie di abitazione e dei loro consorzi;

Interventi ammessi al meccanismo di incentivazione:

  • La sostituzione delle vecchie caldaie con generatori di calore a condensazione
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale utilizzanti pompe di calore elettriche o a gas, anche geotermiche con potenza termica utile nominale fino a 2000 kW
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre esistenti e dei fabbricati rurali esistenti con generatori di calore alimentati da biomassa con potenza termica nominale al focolare fino a 2000 kW
  • Installazione di collettori solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria e/o ad integrazione dell’impianto di climatizzazione invernale, anche abbinati sistemi di solar cooling, con superficie solare lorda fino 2500 mq
  • Sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con sistemi ibridi a pompa di calore